afrobrix art

Teen immigration. La grande migrazione dei ragazzini

di Anna e Elena Granata

VENERDÌ 2 SETTEMBRE – ore 17:30
Biblioteca Largo Torrelunga
Brescia

Il libro

Sono più di 45.000 i minorenni sbarcati in Italia negli ultimi tre anni. Ragazzi, poco più che bambini, che si sono messi in viaggio da soli dall’Africa dell’Est, dal Maghreb e dal Corno d’Africa. In tutta la storia d’Europa non si era mai verificata una migrazione di ragazzini di queste dimensioni. Per capire cosa stia accadendo servono intelli¬genze nuove e occhi (e cuori) capaci di leggere in filigrana la varietà delle storie individuali. Par¬tono bambini, poi tutto cambia: paura, prigio¬nie, lavori forzati, torture, abbandoni, solitudini grandissime ritornano nei racconti dei ragazzi che sono riusciti a raggiungere l’Italia. Il viaggio li trasforma, li rende grandi molto in fretta, li se¬para forzatamente dai propri affetti ma, al tem¬po stesso, amplia la loro capacità di adattarsi, di apprendere nuove lingue e nuovi stili di vita. Il libro racconta le storie di molti di questi ragazzi. Narra i loro percorsi di integrazione e le loro attese, i progetti e le speranze, la loro nostal¬gia di casa e la voglia di futuro. Ma il libro rac¬conta anche la storia delle Autrici, del giorno in cui non è bastato più studiare, capire, scrivere e hanno deciso di aprire le loro case. E tutto è cambiato per sempre.

Per approfondire la ricerca e il progetto racconta¬to in questo libro: www.teenimmigration.it

la autrici

Anna Granata è ricercatrice in Pedagogia in­terculturale presso il Dipartimento di Filosofia e Scienze dell’educazione dell’Università degli Studi di Torino. Si occupa di scuola, pratiche inter­culturali e mobilità giovanile. Tra i suoi libri più recenti: La ricerca dell’altro. Prospettive di peda­gogia interculturale (Carocci 2018); Pedagogia delle diversità. Come sopravvivere un anno in una classe interculturale (Carocci 2016); Je suis ici depuis toujours. Jeunes issus de l’immigration en Italie (L’Harmattan 2015).

Elena Granata è professore associato di Urbani­stica presso il Dipartimento di Architettura e Studi urbani del Politecnico di Milano e docente presso la Scuola di Economia Civile. Si occupa di città e ambiente e di cambiamenti sociali. Tra i suoi libri più recenti: Biodivercity. Città aperte, creative e sostenibili che cambiano il mondo (Giunti 2019), Chi semina e chi raccoglie. Per una nuova cultura del paesaggio (Ecra 2014), La mente che cammina. Esperienze e luoghi (Maggioli 2012).

Anna e Elena Granata hanno già pubblicato insie­me: L’interculturel à la maison (L’Harmattan 2019); Sapere è un verbo all’infinito (Il Margine 2013); La città avrà i miei occhi. Spazi di crescita delle seconde generazioni a Torino (Maggioli 2009).

Intervista a Anna Granata su TGR Petrarca https://www.youtube.com/watch?v=gaLtTK5orf8&t=194s